Clubres DOLOMITI emotions - Vivere la vacanza

News e Consigli per le Tue Vacanze in Trentino e in Sardegna

8 attività che non puoi perdere in Val di Fassa

valdifassa-cosa-fare
I piatti da gustare, le piste da provare, la passeggiata più bella, l'angolo da scoprire e le attività da sperimentare: i consigli del direttore dell'Hotel e Residence Al Sole di Canazei per vivere al meglio la vacanza in una delle valli più belle delle Dolomiti. 

Il piatto da provare: i cajoncie

I cajoncie sono piccoli ravioli a forma di mezzaluna, ripieni di spinaci, zucca o patate e fichi. Da provare quelli con erbe silvestri o con pere selvatiche d'alta montagna. Ad accompagnare i cajoncie non possono mancare le specialità enogastronomiche della val di Fassa. Ampia la varietà di formaggi, dalle caciotte alle erbe al Nostrano di Fassa, fino al più noto Puzzone di Moena. Impossibile non assaggiare i salumi locali, soprattutto lo speck.

Ad accompagnare i taglieri misti si trovano numerose varietà di pane, ai cereali, ai semi di cumino o papavero, alle patate. Da provare anche lo Schüttelbrot, un pane croccante di segale d'origine altoatesina. Chi vuole acquistare qualche souvenir enogastronomico da portare a casa trova un'ampia scelta di prodotti all'enoteca Valentini di Canazei.

Chi, invece, preferisce assaggiare direttamente sul posto il meglio della cucina ladina non ha che l'imbarazzo della scelta: la valle offre sia piccoli locali caratteristici a conduzione familiare sia ristoranti raffinati. 

La passeggiata invernale più bella: la Val San Nicolò

Circondata da vette spettacolari, come Cima Undici e Cima Dodici, il Gruppo dei Monzoni, Costabella, Cima Uomo e Col Ombert , è percorsa dal rio San Nicolò, che ha origine nella località di Jonta, conosciuta per le sue cascate.

È un'escursione adatta a tutta la famiglia, tutto l'anno, da grandi e piccoli che possono ammirare la natura selvaggia che li circonda e fermarsi ad assaporare la cucina tipica dei rifugi che la valle ospita. 

La discesa più adrenalinica: la pista nera Ciampac

Questa pista adrenalinica parte a quota 2.160 metri ed è stata protagonista di gare internazionali di Coppa Europa, di Super Gigante e Slalom Gigante femminile. Lunga 2.550 metri, offre agli appassionati dello sci grandi soddisfazioni.

Il percorso è molto tecnico, con alcuni muri da affrontare e una pendenza media di circa il 30%. Con un dislivello di oltre 600 metri, in breve tempo si raggiunge il termine della pista nel centro di Canazei, a quota 1.550 metri. 

Le migliorie apportate alla pista negli anni scorsi hanno riguardato l'impianto di innevamento artificiale e la larghezza stessa della pista. La larghezza media è stata infatti portata da 30 a 40 metri rientrando così appieno nelle prescrizioni Fis, fatto molto importante anche per il futuro agonistico dato che la pista in passato ha ospitato competizioni di Coppa Europa di Super Gigante e Slalom Gigante Femminile.

L'angolo da scoprire: la Marmolada

Meta sciistica ambita e apprezzata per la bellezza delle piste e per il panorama mozzafiato, viene chiamata anche la Regina delle Dolomiti. Il ghiacciaio più esteso del gruppo si trova sopra il lago Fedaia, sul versante settentrionale, teatro, durante la Prima Guerra Mondiale, di numerosi combattimenti tra i soldati italiani e austriaci, che realizzarono una vera e propria città sotto il ghiacciaio, oggi quasi completamente scomparsa. A Punta Penia si registra la quota più alta, 3.343 metri. 

L'itinerario da non perdere: il giro del Sellaronda

Quattro i punti di partenza principali di questo circuito, che ha uno sviluppo complessivo di circa 40 km: Selva di Val Gardena, Corvara, Arabba e Canazei. È comunque possibile accedervi anche da altre stazioni sciistiche, come Campitello di Fassa, Santa Cristina Valgardena, Ortisei, Malga Ciapela, San Cassiano e La Villa.

Percorribile sia in senso orario (indicazioni arancioni), sia antiorario (indicazioni verdi), permette, grazie ai numerosi impianti di risalita, di non togliere mai gli sci dai piedi, se non per qualche piacevole sosta in uno dei tanti rifugi presenti lungo il percorso. 

L'Apres Ski che consigliamo: Cliff

In questo locale di Canazei si comincia alle 15.45 per proseguire fino a mezzanotte, tra musica, stuzzichini, ma anche tranci di pizza, taglieri di salumi e formaggi, vini, cocktails e allegria. Frequentato da ragazzi del posto, maestri di sci e gruppi di turisti è un wine bar, pub e discoclub accogliente e curato

La curiosità da sapere: il carnevale ladino

 Bufon, Laché e Marascons sono i protagonisti del carnevale ladino, evento suggestivo e spettacolare, che tiene viva una tradizione molto antica. Rappresenta i festeggiamenti per la fine dell'inverno e l'arrivo della primavera, accolta con un misterioso gioco di maschere in legno, realizzate con maestria dagli artigiani locali.

Sono divise tra facere da bel (maschere belle) e facere da burt (maschere brutte), che rappresentano da una parte la prestanza e la bellezza e dall'altra la vecchiaia e la decadenza fisica.

Il cuore del carnevale ladino è ad Alba e Penia, piccole frazioni di Canazei, dove hanno luogo le tradizionali mascherèdes. Gli stessi personaggi si ritrovano anche nella sfilata che viene organizzata ogni anno a Campitello di Fassa l'ultima domenica di carnevale. Con loro nel corteo si trovano anche altre figure, come l'om dal bosch e il coscrit te ceston, presenti anche nelle tradizioni degli altri paesi della valle. Tipici di Moena, invece, sono gli Arlechins e i Lonc

In caso di pioggia: il Dolaondes

In lingua ladina significa "segui le onde". Offre una varietà di vasche che accontentano tutti. Gli sportivi che vogliono mantenersi in forma nuotando nella piscina semiolimpica o con il nuoto controcorrente. Chi cerca un pomeriggio di divertimento lasciandosi trasportare nel vortice di acqua in movimento, o dallo scivolo lungo 111 metri. I bambini potranno giocare nella vasca kids con cascata, scivolo e grotta illuminata.

Chi vuole semplicemente rilassarsi nella piscina salina esterna con lettini idromassaggio e una vasca Whirlpool isolata acusticamente. Dolaondes è anche benessere: il centro dispone di sauna finlandese, bagno turco, biosauna, bagno a vapore caldo e idromassaggio, rifrigerium, sudario romano e zona relax, palestra e, su prenotazione, viene offerta un'ampia scelta di massaggi. 

La val di Fassa è ricca di sorprese e pronta a riempire tutte le tue vacanze sulla neve delle Dolomiti di emozioni, gusto, divertimento e relax. Scegli il tuo hotel in val di Fassa per una vacanza invernale di ricordare. 

Sulla neve senza sci: vacanze invernali per tutta ...
La montagna nel piatto dello Chef Germano Sgrò di ...
Destinazioni